GOLF

Il golf è tra gli sport che più concilia il gioco con la natura. Gli spazi deputati alla pratica di tale attività sportiva sono avvolti nei paesaggi più affascinanti del mondo.
Il golf concilia la pratica della ricerca di concentrazione, con la pratica fisica e tecnica dell’esercizio teso alla ricerca dello swing perfetto, in una cornice naturale di pace e relax. Non a caso il golf è considerato lo sport più “interno” che si gioca all’esterno in Occidente, in quanto richiede una notevole capacità di abbandonare i pensieri e le preoccupazioni che ci accompagnano nella vita di tutti i giorni, per impegnare la nostra mente solo nella concentrazione che il gioco richiede.
Il golf è un’attività completa che utilizza armoniosamente i muscoli di gambe, braccia e tronco, migliora la coordinazione, la capacità di concentrazione e stimola l’apparato cardio vascolare attraverso il tragitto che viene effettuato a piedi tra una buca e l’altra.

Oggi il golf è molto praticato sia dagli uomini che dalle donne che con molta attenzione studiano come migliorare la loro performance sul green.
Così oltre alla scelta del materiale da indossare e da impugnare, risultano essere attenti alla postura durante la fase di set up, ovvero di preparazione del colpo.

Una buona postura consente di distribuire il peso del corpo uniformemente, ed è fondamentale per un movimento equilibrato ed uno swing efficace.
La postura corretta di lato alla pallina, indipendentemente dalla struttura fisica del giocatore, prevede alcune caratteristiche ormai assodate:

  • gripp impugnato correttamente
  • braccia rilassate
  • gomiti spinti verso l’interno, più vicini possibile
  • schiena inclinata verso la pallina ma ben allineata fino al sacro
  • la nuca allineata alla schiena
  • sguardo rivolto verso la pallina
  • ginocchia leggermente piegate e rivolte verso l’interno
  • la larghezza dei piedi può variare in base al tipo di colpo, ma in generale nella postura standard i piedi sono distanti quanto le spalle che risultano essere funzionali al gioco del golf.

Tali accorgimenti sport specifici devo essere rintracciati e allenati, per il conseguimento di risultati soddisfacenti in termini di prestazione sportiva e in termini di prevenzione infortuni.
Infatti, è dimostrato, come una buona tecnica a partire da una buona postura, incida positivamente sulla riduzione del rischio di infortuni.
Poter preparare lo swing a partire dalle caratteristiche morfologiche determina quindi la miglior base di partenza per andare ad innescare e sviluppare tutti quegli adattamenti fisici sport specifici funzionali al risultato sportivo, al divertimento e alla salute.

Oggi è possibile grazie a BhOhB, dispositivo tecnologico biomedicale rivoluzionario, certificato dal Ministero della Salute, in grado di effettuare screening posturali total body privi di emissioni di radiazioni.
BhOhB attraverso 5 scatti fotografici e una serie di calcoli matematici, rileva le biometrie del corpo e restituisce un’immagine tridimensionale della colonna vertebrale con i relativi angoli di Cobb.
Lo screening essendo veloce e non invasivo, non pone limiti riguardo un monitoraggio costante della postura ai fini di ricercare soluzioni per l’ottimizzazione del gesto atletico dello swing e le condizioni di salute legate alla postura.

Ridurre gli impatti che la pratica assidua del golf prevede, come le infiammazioni all’articolazione del gomito, al primo metatarso del piede e alla colonna vertebrale che influiscono sullo stato salute e rischiano di provocare inoltre, atteggiamenti posturali scorretti di compenso talvolta difficili da eliminare, è la mira di ogni singolo giocatore che mai vorrebbe vedersi costretto a stare lontano dal green.